×

Attenzione

RokSprocket needs the RokCommon Library and Plug-in installed and enabled. The RokCommon System Plug-in needs to be before the RokSprocket System Plug-in in the Plug-in Manager

RokGallery needs the RokCommon Library and Plug-in installed and enabled.

 

 

 L'antimafia del giorno dopo tace sulla vicenda Consip. Nessuna solidarietà per il magistrato Henry John Woodcock  e per il Colonnello dei Carabinieri Ultimo dai "professionisti dell'antimafia" parlata e scritta, attenti a non scontentare i potenti della politica che sono rimasti direttamente o indirettamente coinvolti nella vicenda . Una vicenda giudiziaria, comunque vada, che grazie all'impegno e alle capacità  investigative del Carabiniere che catturò Riina, ha dimostrato come si continui a rubare e a corrompere alla grande in questo sfortunato Paese, nonostante le chiacchiere di circostanza provenienti dai palazzi romani e le inutili reprimende dei mega e alti commissariati anti corruzione.

 Gli eroi son tutti belli quando non ci sono più. La storia si ripete. Come due più due fa quattro, stanno arrivando valanghe di fango per i Carabinieri del colonnello De Caprio e per quei magistrati e giornalisti non al servizio permanente effettivo dei poteri e dei potenti. Cosi come avvenne per il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, per Falcone e Borsellino, per chi resta indipendente e non comprende che si deve colpire la mafia e la corruzione solo se ha un colore politico e non altri, la via resta quella dell'isolamento e della delegittimazione.  

Gli eroi, quelli veri, non hanno mai avuto grande fortuna in questo Paese da vivi. Per loro non c'è¨ mai stato un "prete" per chiacchierare o meglio le parole sono abbondate solo dopo che li avevano uccisi, perchè rimasti soli.

Nulla di nuovo quindi se non la sfacciata reazione e le minacce nei confronti di questi servitori dello Stato da parte di chi, coprendosi dietro ruoli istituzionali, messi in discussione sotto il profilo costituzionale, si avvale anche dell'odioso silenzio dell'antimafia amica del giorno dopo. Un'antimafia "sociale" che ha scelto da tempo di star vicina ai potenti vivi e commemorare gli eroi da morti.

 

Antonio Turri  

 

 

 

Antonio Turri
Presidente
Nato a Latina l'11 Aprile del 1955. Laureato in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Fino al 2010 è stato nella Polizia di Stato ricoprendo principalmente ruoli a carattere investigativo. È dall'Ottobre 2002 iscritto all'ordine dei giornalisti di Roma ed ha fondato insieme a giovani collaboratori il portale online "I Cittadini".


  • Nessun commento trovato

Notizie da Twitter @ICittadini_ITA