Ad un mese dall'attacco degli hacker al nostro sito_giornale siamo di nuovo on line.
I Cittadini contro le mafie e la corruzione da Roma a Catania, ad Alcamo, a Palermo, a Casaluce, a Casal di Principe, a Napoli, a Latina, a Sabaudia, a Bracciano, a Civitavecchia, a Tivoli, a Frosinone, ad Arce, a Formia, a Cassino, a Venezia, a Legnano,

a Milano ed in tantissimi altri centri del Paese hanno organizzato incontri nelle scuole, nelle università, i Cittadini contro le mafie e la corruzione hanno organizzato Circoli, collaborato con Istituzioni, Associazioni portando le esperienze dei Cittadini che lottano le mafie e la corruzione, aiutati dal magistrati, rappresentanti delle forze di polizia, docenti, avvocati, giornalisti...

Tutte le iniziative erano state riportare sul quotidiano on line della nostra Associazione all'indirizzo: www.icittadini.it.
I nostri Circoli e l'Ufficio di presidenza nazionale si sono costituiti parte civile in alcuni importanti processi contro organizzazioni mafiose, hanno esercitato il nostro diritto di Cittadini a tutelare l'ambiente ed i diritti delle persone in moltissime città Italiane. La nostra Associazione ha dato quindi fastidio nel contrastare, come si voleva, i poteri criminali ed illegali. La risposta per cercare di fermarci c'è stata attraverso querele temerarie, minacce e da ultimo il tentativo di oscurare per sempre il nostro sito.
Per nulla intimoriti eccoci nuovamente a dialogare con in nostri associati e con i nostri lettori.
Per nuove e più incisive iniziative sempre senza il "cappello in mano" innanzi qualsiasi potere convinti come siamo che la sovranità appartiene sempre e soltanto ai Cittadini!


Antonio Turri

Author: Super User


  • Nessun commento trovato

Notizie da Twitter @ICittadini_ITA